Salute

Se fai quello che ti dice il Medico, ci guadagni in salute

E tutti risparmiano soldi

La mancata aderenza alle terapie causa ogni anno 125mila morti negli Stati Uniti, per una spesa di circa 300 miliardi di dollari, mentre in Europa si contano 200mila decessi che generano una spesa di 120 miliardi di euro.

Occorre, quindi, incrementare l’aderenza alle terapie, non soltanto per il bene dei pazienti, ma anche per avere una migliore efficacia dei sistemi sanitari rispetto al loro costo, hanno spiegato oggi a Roma, nella sede dell’Istituto Superiore di Sanita’, i protagonisti del progetto ‘Abbiamo i numeri giusti’, volto ad individuare gli interventi piu’ efficaci e piu’ efficienti per migliorare la salute dei pazienti e ottimizzare, al contempo, le risorse pubbliche.

Aumentare il livello dell’aderenza alla terapia significa aumentare le possibilita’ di guarigione e, automaticamente, ridurre, se non eliminare, gli sprechi conseguenti. Sprechi che non si limitano al costo della terapia poi interrotta, ma si riferiscono a recidive, ricoveri impropri, per non parlare dei costi correlati, ad esempio, a giornate di lavoro perse.

Un progetto, realizzato dall’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari (Altems), con il contributo non condizionante di Merck, dimostrera’ che sara’ possibile per le istituzioni scegliere, dati numerici alla mano, le politiche piu’ efficaci per migliorare l’aderenza alle terapie e, di conseguenza, aumentare gli esiti di salute per i pazienti con automatica riduzione degli sprechi correlati a mancata guarigione e/o ricadute. L’Altems ha messo a punto un algoritmo, sulla base dei dati sulla sclerosi multipla, che permetta di studiare l’impatto dell’aderenza sul costo e sulla costo-efficacia dei trattamenti, evidenziano eventuali margini di risparmio. Il problema da risolvere  era mettere a punto uno strumento che permettesse di identificare, sulla base di evidenze obiettive, gli interventi volti ad aumentare l’aderenza che dessero il miglior ritorno sia in termini di salute che di sostenibilita’ economica.

L’algoritmo sara’ adesso sperimentato sui dati di 5 Regioni: Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Puglia. La sanita’ e’ un gioco di squadra e il paziente non puo’ stare in panchina. Senza la collaborazione attiva del paziente le terapie sono destinate all’insuccesso. Al contrario, una persona partecipe, ovvero ingaggiata, non solo segue la terapia con maggiore scrupolo, ma e’ anche in grado di attivarsi tempestivamente ai primi sintomi, nel proprio interesse e di quello del sistema.

http://www.fimmgnotizie.org/web/html/client.aspx?did=176&nid=19018

www.lavocedelmiomedico.it

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close