Arte e dintorni

Una storia vera:come il Medico di Famiglia può cambiare qualcosa localmente.

Solo per conoscitori del dialetto genovese.

QUESTA E’ UNA STORIA VERA
Sestri qualche anno fa aveva un poco invidiabile primato: era dotata di una strada fantasma. Il turista europeo che voleva conoscere il nostro entroterra consultava la carta e trovava, tracciata come strada provinciale, in un bel grassetto, un percorso che collegava Villa Tassani con Cardini, frazione di Casarza. Arrivato in piazza della Chiesa di Tassani trovava ad attenderlo qualche anziana signora intenta a sferruzzare o a sgranare il granoturco, a seconda della stagione. Ma la strada non c’era.
“I l’an disegnaa, ma i nu l’an ancun faa” diceva sorridendo allo sbigottito teutonico, abituato alla normalità delle cose specie in materia di viabilità.
In piena epidemia influenzale, un medico del paese ricevette una telefonata un po’ allarmata: “scià peu passàa da me puèe. U l’ha ha freve erta e u respie màaa”. Al nome del malato il medico che conosceva tutti i fatti locali (se no che medico di famiglia è) sentì riaffiorare qualcosa. “dighe che arrivu appena finiu u studiu”.
Mantenuta la promessa incominciò la visita chiedendo notizie della vendemmia e poi della raccolta delle olive.” Respia fundu”,”damme un curpu de tusse”. poi con aria paterna ma seria ” perché nu ti è fou u vaccin,?” e il figlio “ghe l’haia dittu anche mi, ma u l’è un testun”. Qui il medico si fece serio ” a pruposcitu de testuin, cuntime quella da straa”. Il figlio preferì uscire dalla stanza mentre il medico infieriva. “i m’han vusciu di che t’èe ti che ti blocchi tutto ma se sta tussa a nu te passa cose ti ne fe de quellu toccu de tera ?”
Intanto il figlio si era riaffacciato..” Sun grave o nu?” chiese il vecchio. E, alla risata del medico, “ho capiu,aniòo in Cumune a firmàa se nu me tucche cangià megu.”
Firmò 15 giorni dopo e agli amici diceva “U me l’ha missa li cuscì ben”.
Quel medico non sarà stato un luminare, però aveva guarito una strada fantasma.

Da F.Prete

www.lavocedelmiomedico.it

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close