Salute

Sangue freddo

Entreremo tutti in contatto con il virus

Questa è una pandemia. Significa che l’agente patogeno (il Virus Corona) che sta circolando verosimilmente raggiungerà ogni angolo del pianeta. Tutto sta a capire come ogni persona svilupperà la malattia, se in maniera lieve o addirittura insignificante o cos’altro.

La situazione di ansia che sta serpeggiando è legata ad una pressione mediatica piuttosto ossessiva ma occorre capire che è vero che probabilmente lo incontreremo tutti questo virus ma che solo poche persone avranno complicazioni. Queste poche persone moltiplicate per tanta gente (tutti quelli che saranno contagiati da un virus particolarmente veloce a propagarsi) significa comunque tanta gente con complicazioni anche se si tratta di UNA MINORANZA di persone. Il problema quindi è legato esclusivamente alla capacità ricettiva dei nostri ospedali. Se tutte le complicazioni arrivano tutte insieme diventa un problema grosso. Se invece tutte queste complicazioni arrivano poco a poco i nostri ospedali sono perfettamente in grado di assorbirle. Niente altro.

Per ritardare i contagi abbiamo una sola possibilità: non entrare in contatto gli uni con gli altri. Purtroppo troppe persone tendono a ignorare questa misura cautelare e continuano a vivere come se nulla fosse. E’ un errore e significa non solo esporsi a rischi ma soprattutto diventare propagatori della malattia. Uscire di casa è quindi un gesto anti-sociale ed egoista. Devono uscire di casa solo le persone che svolgono i servizi essenziali. Sono gli unici autorizzati a farlo. Ovviamente fare la spesa è indispensabile.

Una pandemia non dura qualche giorno; le cose non finiranno tra una settimana o due. La pandemia può durare mesi. Ovviamente quando il picco di contagi sarà raggiunto non significherà che tutti potremo ricominciare a fare feste e balli. Dovremo stare isolati perché il virus sarà sempre in circolazione e quelli che l’avevano scampata dovranno ritardare il più possibile il contagio per questioni di logistica ospedaliera.

Quindi: occorre pazienza, coraggio, sangue freddo. Siamo tutti nella stessa barca: facciamo in maniera da mantenerla a galla il meglio possibile. Per adesso isoliamoci al massimo delle possibilità. NON USCIAMO DI CASA.

www.lavocedelmiomedico.it

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close