Ruolo del microbiota intestinale nello sport.

sport e dieta
La dieta e l'esercizio svolgono ruoli molto importanti nella composizione del microbiota intestinale nell'individuo atletico e non atletico. L'ingestione di carboidrati durante e dopo l'esercizio sembra avere un effetto antinfiammatorio dopo l'esercizio. L'integrazione con probiotici sembra anche aiutare nel recupero dopo l'esercizio, in particolare ripristinando il "normale" microbiota intestinale. Gli individui fisicamente attivi di tutti i livelli hanno più diversità alfa e "specie intestinali che promuovono la salute" nel loro microbioma rispetto agli individui non attivi, insieme a concentrazioni più elevate di acidi grassi a catena corta (SCFA) e organismi produttori di SCFA. Tuttavia, gli interventi di esercizio dovrebbero durare più di 8 settimane per vedere queste caratteristiche positive. La funzione immunitaria è fortemente influenzata dalla risposta del microbiota intestinale all'esercizio. Una disfunzione immunitaria transitoria si verifica dopo un esercizio prolungato ad alta intensità, che è correlato alla disregolazione del microbiota. Tuttavia, l'esposizione a lungo termine all'esercizio migliorerà la risposta immunitaria e porterà a cambiamenti positivi nel microbiota intestinale.

Sebbene i meccanismi esatti degli effetti che dieta, esercizio fisico e genetica hanno sul microbiota intestinale rimangano in gran parte sconosciuti, ci sono prove che suggeriscono benefici per la salute complessivi. Nella popolazione atletica, questi benefici possono in definitiva portare a un miglioramento delle prestazioni.

Di seguito il link all'articolo originale.

https://journals.sagepub.com/doi/abs/10.1177/19417381211060006